Due sentenze della Sezione Tributaria della Corte di Cassazione hanno posto la parola fine all’annosa e complessa controversia che vedeva contrapposta l’Agenzia delle Entrate all’Asl numero tre ‘Centro Molise’.

La struttura sanitaria, difesa dall’avvocato tributarista Francesco Mancini, si è vista riconoscere le proprie ragione in relazione ad accertamenti Irpeg ed Ilor sugli immobili posseduti, ma ancora di proprietà dei Comuni.

L’Agenzia aveva avanzato una richiesta di oltre un milione di euro, sostenendo che gli stesso non ancora trasferiti all’Asl all’epoca degli accertamenti (dal 1995 al 2000) dovevano comunque essere dichiarati in virtù del possesso.

La Corte di Cassazione, aderendo all’interpretazione dell’avvocato Mancini, ha fatto valere il principio della titolarità giuridica in luogo del possesso.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*