Uno scivolone ‘imperdonabile’. È bastata una battuta per passare da chef stellato e giudice di punta della gara gastronomica di Sky a ‘nemico’ del popolo molisano. «Campobasso mi sembra un posto sfigato»: questa la frase che lo chef italo americano Joe Bastianich ha pronunciato durante la puntata della settima edizione di Masterchef che ha scatenato la feroce polemica in rete. Il giudice, mentre i concorrenti erano impegnati nella prova, si è avvicinato a Joayda, aspirante cuoca domenicana che da anni vive a Campobasso insieme al marito, chiedendole dove vivesse. «A Campobasso», ha risposto la 31enne. «Dov’è Campobasso?», la domanda di Joe che ha aggiunto: «Mi sembra un posto sfigato». Tesi, per altro, sostenuta dai più visto che la concorrente ha ammesso: «Me lo dicono tutti».
Sui social, manco a dirlo, è partita la crociata in difesa del capoluogo molisano con i commenti più disparati, rigorosamente ‘Made in Campuasc’: «Sient, Joe Bastianich – scrive il pubblicitario e fumettista campobassano Mirko Addesa – quando in quel programma di merda vedrò ‘tracchiulell’, ‘coteche abbr’tate’, ‘cape di sauciccia e’ fegat’, putem pure parlà. C’ chill cacat e’ serpient, nù ce facem la sumenta». E alla ‘battaglia’ stavolta, oltre ai semplici cittadini, si sono uniti pure le testate nazionali (come La Stampa e il Giornale che hanno riportato la notizia) e politici e amministratori. Primo su tutti il sindaco Antonio Battista che su Facebook ha ufficialmente invitato lo chef a Campobasso «per una reale conoscenza del territorio, delle persone e della nostra cucina. Mi faccia sapere la sua disponibilità».
«Campobasso porta bene, altro che sfiga», ha invece commentato l’assessore alle attività produttive di Palazzo San Giorgio Salvatore Colagiovanni. «La nostra città – ha detto – porta talmente bene che qualcuno, come la concorrente del programma, la domenicana Joayda, vi ha trovato addirittura l’amore. Mentre qualcun altro, come il giocatore Patrick Cutrone, proprio qualche giorno dopo essere stato premiato a Campobasso, città di cui è originario, ha fatto la differenza per il Milan in Coppa Italia. Questi ovviamente – precisa l’assessore – sono semplici e simpatici esempi che, di fatto, smentiscono l’affermazione per la quale più di qualcuno in città si è sentito offeso. Personalmente – ammette Colagiovanni – conoscendo, televisivamente parlando, il personaggio Bastianich, non mi sento amareggiato, anche perché, per come sono superstizioso sarei dovuto già andare a vivere altrove. Tuttavia colgo l’occasione per invitare pubblicamente lo chef e imprenditore a visitare la nostra città. Chi come lui è innamorato dell’Italia, paese nel quale ha deciso di fare affari, non solo non può non conoscere il capoluogo di una regione, ma sono certo che potrebbe anche innamorarsi della nostra piccola e meravigliosa città. Perciò – dice ancora Colagiovanni – l’invito che rivolgo a Bastianich è quello di venirci a trovare. Mi dico pronto a fargli conoscere ciò che di più bello e di più buono questa città ha da offrire. E non ha nemmeno da preoccuparsi per la sfiga, – prosegue scherzando – gli troverò qualcuno che gli incanti bene il malocchio. Spero davvero che il noto imprenditore accetti l’invito, noi intanto proprio da Campobasso, la città che porta fortuna – conclude – continuiamo a fare il tifo per Joayda».

Un Commento

  1. Giacomo Iacobucci scrive:

    Ma che cosa state a perdere tempo con un poveraccio come questo?? Campobasso ha altro a cui pensare. L’ignoranza si combatte con l’intelligenza, non dimenticatelo mai!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*