Siamo agli ultimi preparativi in vista del Casteldelgiudice Buskers Festival, il festival internazionale degli artisti di strada, in programma per questa sera e domani. Organizzata dal Comune di Castel del Giudice e dall’Associazione Chietinstrada, in collaborazione con la Pro Loco di Castel del Giudice, la manifestazione, alla sua seconda edizione, accoglie artisti provenienti da tutto il mondo. Dalle 20.00 alle 24.00, acrobati, equilibristi, musicisti, giocolieri e tanti professionisti dello spettacolo itinerante, invaderanno le strade del borgo molisano, dando vita a show stupefacenti per la gioia di grandi e piccoli. Ecco i protagonisti: Pindarico arriverà con la sua mongolfiera magica per volare nella notte stellata di Castel del Giudice. Creature fantastiche compariranno nel buio, cavalcando in atmosfere sognanti. E l’artista, come un aviatore libero e visionario, trasporterà il pubblico in un mondo di fiabe ad occhi aperti. Scie di luce ed uno spettacolo ricco di suspence e di emozione è quello portato in scena dai Quetzalcoatl Fuego, tre straordinari percussionisti messicani di origine Azteca, che incanteranno il pubblico con musica tribale ed acrobazie con il fuoco, teatro e danza. Un vento impetuoso di musica balcanica avvolgerà tutti gli spettatori con la carismatica Peppe Millanta & Balkan Bistrò. Il gruppo è formato da 8 artisti abruzzesi accumunati dalla passione per la musica dell’Est Europa e dalla voglia di creare un sound atipico ed esclusivo, ispirato ai musicisti Goran Bregovic, Emir Kusturica, Fanfare Ciocarlia e Opa Cupa, ma attingendo dalla world music con incursioni nella musica nostrana. Equilibrismi oltre il limite sono quelli del cileno Mr Dyvinetz, che porterà a Castel del Giudice la sua ruota speciale, la rue Cyr, inventata nel 2003 a Montreal e che solo pochi artisti nel mondo sono capaci di usare. La performance è un misto di processi tecnici, di fusione tra l’artista e l’estensione del suo corpo, che prende vita nella ruota e con essa si muove e gira nello scenario. Arriva dal Cile anche Mistral, che si esibisce con un palo cinese di 5 metri sul quale è in grado di fare qualsiasi acrobazia, anche una verticale. Una sorprendente combinazione di acrobatica a terra e sul palo cinese, manipolazione di oggetti, ballo, magia e davvero tanto carisma. Un duo artistico straordinario è il Duo Tobarich, specializzato nella complessa disciplina acrobatica del “body to body”, dove forza, equilibrio, estetica, concentrazione si riuniscono per dare vita a figure di eccezionale impatto visivo. Nati e cresciuti artisticamente in Cile, dove hanno fatto parte della squadra nazionale di ginnastica artistica, hanno presto valicato i confini per esportare la loro arte in tutto il Sud America, guadagnandosi, oltre l’amore del pubblico, collaborazioni prestigiosissime come quella con il Cirque du Soleil. È italiano, invece, Michele Roscica, che si definisce l’uomo-orchestra. Riesce a suonare, infatti, circa 10 strumenti contemporaneamente, offrendo al pubblico di Castel del Giudice una musica speciale ed un racconto vivido e sempre nuovo di una Napoli che ogni volta ha da dire qualcosa di diverso. Maestro dell’acrobatica aerea, del circo-teatro e della giocoleria è Gianluca Gerlando Gentiluomo, pronto a stupire il pubblico del Casteldelgiudice Buskers Festival con le sue corde, grazie alle quali dà vita ad equilibrismi ed abilità sorprendenti, tra acrobazie e annodamenti, discese e risalite in un susseguirsi di forti emozioni. Tanti spettacoli dunque, ma il Casteldelgiudice Buskers Festival non è solo arte di strada, dalle 19.00, infatti, spazio anche al cibo di strada con i food truck selezionati dalla Condotta Slow Food Castel del Giudice – Alto Molise, che daranno la possibilità di gustare tante specialità gastronomiche. Tra questi: Nina La Roulotte, che porterà a Castel del Giudice una bellissima cucina viaggiante dal look vintage, in stile carta da parati a strisce e grammofono, nella quale si potranno assaporare piatti a base di ingredienti bio e del sud Italia. Prelibatezze gourmet, tra cui melanzane in tempura, specialità dai sapori fusion e baccalà. Garage Moto Kafè è invece il simbolo dello street food made in Molise, per gustare squisiti hamburger e panini a base di prodotti esclusivamente molisani e poi, mozzarella, funghi e tartufi, verdura ed ortaggi di coltivatori locali, da abbinare alla birra artigianale di quattro birrifici molisani. Per i golosi, deliziosi dolcetti fatti sul momento e tanti cocktail. Per gli amanti della pizza, c’è la pizzeria itinerante Il Rifugio, che a Castel del Giudice sfornerà tante varietà di pizza al taglio, panzerotti e fritti. A conclusione del festival anche i visitatori potranno essere protagonisti, partecipando al challenge fotografico e condividendo le immagini scattate durante gli spettacoli sulla pagina Facebook o Instagram della manifestazione, con l’hashtag #casteldelgiudicebuskers. Le foto potranno essere inviate fino al 31 agosto 2017, le più belle diventeranno parte di una mostra nella prossima edizione. Intanto, il 13 agosto, alle ore 19.00, nell’incontro intitolato: “Gli artisti di strada si raccontano”, organizzato in collaborazione con l’università del Molise, gli stessi protagonisti si presenteranno raccontando l’arte di strada. Insieme a loro, Letizia Bindi, docente Unimol di antropologia culturale e Centro di Ricerca Biocult, con un intervento su “La vita errante. L’arte di strada come patrimonio culturale” e Angelo Presenza, docente Unimol di tourism management (Centro Studi sul Turismo) che parlerà di “Il marketing dei territori minori attraverso gli eventi culturali”. Parteciperanno anche il sindaco di Castel del Giudice Lino Gentile, il direttore artistico della manifestazione Luigi Russo, pioniere nell’organizzazione di festival di arte di strada in Italia e direttore organizzativo del Ferrara Buskers Festival, la rassegna internazionale della musica di strada più grande del mondo, oltre a Gianni Di Paolo e Antonello Angiolillo dell’associazione Chietinstrada, che organizza il festival con il Comune di Castel del Giudice e la Pro loco. L’incontro sarà presentato dalla giornalista Adelina Zarlenga. Oltre all’Università del Molise, che ha preparato una serie di questionari da distribuire tra il pubblico, per valutare il feedback sulla partecipazione alla manifestazione, al fine di diventare un evento fisso dell’estate molisana e del vicino Abruzzo, anche Legambiente parteciperà attivamente all’evento con il circolo Legambiente “Elisabetta Cavaliere” di Castel del Giudice, i cui rappresentanti si faranno promotori di una campagna di informazione e comunicazione su stili di vita più sostenibili e rispettosi dell’ambiente, per sensibilizzare i presenti sulla riduzione delle emissioni di CO2. Insomma, davvero un grande appuntamento da non perdere.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*