Una base d’accordo arriva praticamente a tarda sera. Cattolica e Frattura si vengono incontro tanto che l’integrazione tra Cattolica e Cardarelli non sembra così lontana. Il passo più grande lo fa proprio il governatore che parla di disponibilità a «rivedere i tagli, comunque programmati e noti a tutti» previsti dal suo decreto numero 63, « a fronte di una disponibilità data dall’altra parte». In sostanza, la Fondazione Giovanni Paolo II accede alla richiesta della struttura commissariale di stare dentro i paletti stabiliti dal contratto con la Regione rispetto ai pazienti extraregionali.

L’obiettivo è e resta arrivare al protocollo sull’integrazione fra Cardarelli e Cattolica, la ‘cittadella della salute’ a Campobasso. Frattura si dice «molto soddisfatto». Quanto avvenuto a Roma dimostra, aggiunge, che «il buonsenso aiuta a risolvere i problemi». Il 28 dicembre è fissato un altro incontro.

Tutti i particolari nell’edizione in edicola oggi di Primo Piano Molise.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*