E’ stata la giornata del lento ritorno alla normalità per i collegamenti degli autobus, ma nei paesi più interni i mezzi sono rimasti fermi. Questa mattina, ad esempio, non sono riusciti a raggiungere il capoluogo i pullman provenienti da Riccia, Campolieto e Petrella Tifernina: la neve e il ghiaccio, infatti, continuano a rendere impraticabili molte arterie. «Purtroppo stamattina i mezzi provenienti dalle zone più impervie non sono riusciti a partire», le parole di due autisti della Sati.

Difficoltosi ma comunque presenti i collegamenti da Napoli e Foggia, verso Pescara, Roma, Firenze, Pisa e Livorno. Gli autobus extraregionali hanno garantito il servizio, anche se la viabilità era ancora problematica. «Le strade interne sono ancora abbastanza sporche di neve, mentre la superstrada è abbastanza praticabile», hanno riferito Gennaro e Luigi, due autisti della compagnia Clp Bus.

Questa mattina sono partiti da Napoli e, dopo la tappa a Telese, hanno proseguito per Campobasso. «Stamattina fino al bivio per Sepino la situazione è molto critica. Proseguendo per Campobasso la strada diventa più transitabile, ma fino a ieri era impraticabile».

2 Commenti

  1. Mauro D'Ambrosio scrive:

    Un disastro da qualunque prospettiva si decida di osservare la situazione. Ad oggi, 13 gennaio, abbiamo ancora l’80% dei marciapiedi impraticabili, con gente costretta a camminare sulla carreggiata rischiando di essere investita. La prima nevicata c’è stata il 5 gennaio, e la tregua l’abbiamo avuta, dunque non ci sono scusanti. Per fortuna che siamo una città abituata alla neve!

  2. Dario Autieri scrive:

    Organizzazione, capacità gestionale, coordinamento fra le parti: non pervenuti.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*