Il Consiglio superiore della Magistratura ha disposto il reintegro di Fabio Papa presso la Procura generale di Campobasso, con funzioni di magistrato distrettuale requirente.
Papa – riferisce l’agenzia Ansa -, già sostituto della Procura del capoluogo, era stato oggetto di provvedimento disciplinare in seguito ai fatti giudiziari confluiti nel processo, a Bari, sul presunto ricatto al governatore del Molise, Paolo di Laura Frattura. Quest’ultimo aveva accusato Papa e la direttrice di Telemolise, Manuela Petescia, di aver aperto l’indagine ‘Biocom’ a suo carico quale ritorsione giudiziaria per il mancato varo di una legge sull’editoria favorevole a Telemolise.
Il processo si è concluso con la piena assoluzione dei due imputati il 4 maggio 2017.
La decisione del Csm è stata presa dopo l’udienza svoltasi il 6 novembre 2017, presente il magistrato assistito dall’avvocato Fabio Baranello.
Ora il ministero di Giustizia, con separato provvedimento, dovrà stabilire i tempi entro i quali dovrà tornare ad esercitare le proprie funzioni.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.