Migliorano giorno dopo giorno le condizioni di Peppino, il cane sfigurato da un petardo pochi giorni prima di Natale. Il cucciolone, dopo aver subito il primo intervento di ricostruzione il 3 gennaio con l’aiuto di una valida equipe, composta dalla dottoressa Pollaci di Roma e da diversi veterinari di Campobasso, è pronto ad essere accolto tra le braccia di una nuova famiglia. L’Apac, l’associazione di protezione animali che si sta prendendo cura di lui, ha infatti pubblicato sulla pagina facebook un aggiornamento sulle sue condizioni e i requisiti di cui dovranno disporre i candidati che vorranno adottare il dolce Peppino.
«In tanti ci chiedete aggiornamenti quotidiani su Peppe – si legge nell’ultimo post pubblicato ieri – Eccolo qui, stamattina alle prese con qualche snack, i soli per cui ha occhi. La ferita si sta pian pian cicatrizzando, domani arriverà in farmacia uno spray cicatrizzante che abbiamo ordinato e che velocizzerà ancora di più il processo. Per il momento mangia pappa umida fatta a polpetta perché con i punti interni sul palato i veterinari vogliono evitare che i croccantini diano fastidio. È sempre sotto antibiotici, antidolorifici e antidemigeni. Viene inoltre pulito tutti i giorni con cura per evitare che nella parte esposta si formino croste non desiderate.
Con questo post dove Peppino si fa vedere come al solito in tutta la sua bellezza, diamo il via alle proposte di adozione. In tanti ci avete scritto per adottare Peppe e sarebbe bello che ogni cane sfortunato ricevesse così tante richieste! Ci impegneremo quindi a scegliere le persone migliori tra tutte, le più adatte a Peppe e alle sue esigenze. I criteri per candidarsi sono i seguenti:
1. Adozione solo dal Molise in su;
2. Adozione con questionario, controlli pre e post affido, firma dei moduli di adozione e disponibilità a rimanere in contatto nel tempo;
3. Possibilità psicologica e materiale a seguire Peppe nel lungo termine;
4. Disponibilità ad intraprendere un percorso con educatore e/o comportamentalista;
5. Contesto tranquillo;
6. Amore per tutta la vita.
Ricordiamo che Peppe non sarà adottabile nell’immediato.
Quando sarà possibile togliere il collare e terminare la terapia antibiotica, Peppe andrà in stallo casalingo e sarà vaccinato e castrato.
In quel periodo continuerà a fare controlli medici per accertarsi di eventuali necessari piccoli interventi per assestare il risultato della sua operazione.
Cerchiamo persone che oltre a voler amare un cane, siano responsabili e consapevoli!».
Per candidarsi all’adozione potete scrivere una breve presentazione, indicando il vostro nome e di dove siete su whatsapp a Marialaura 3933868552 oppure via mail a [email protected]

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.