Rischia di trasformarsi in una nuova emergenza l’eccessiva presenza di cinghiali a Isernia. Un problema che già la scorsa estate ha creato non poche polemiche da parte dei cittadini e degli automobilisti.
L’ultima segnalazione in ordine di tempo è arrivata solo poche ore fa dalla zona dell’Acqua Solfurea, nell’immediata periferia del capoluogo pentro.
Un video postato sulla pagina Facebook ‘Obiettivo Isernia’racconta la presenza di quattro esemplari di grossa taglia aggirarsi tranquillamente nel giardino di un’abitazione.
Un avvistamento nella stessa zona era stato già segnalato nelle scorse settimane. Diversi infatti i cittadini che avevano riferito di essersi trovati ‘faccia a faccia’ con quattro esemplari di grossa taglia. Il tutto è accaduto in pieno giorno a poca distanza dalle abitazioni.
Naturalmente spaventati dall’incontro ‘ravvicinato’ i residenti hanno provveduto ad informare dell’episodio i carabinieri forestali, affinché si mettano in atto tutti i provvedimenti del caso.
La speranza è naturalmente quella di evitare il ripetersi di episodi analoghi a quelli che si sono verificati da giugno a settembre dello scorso anno. Numerosi sono stati infatti gli avvistamenti di ungulati, nel centro storico, ma anche nel quartiere San Lazzaro e in contrada ‘Le Piane’. In più occasioni si è reso necessario l’intervento dei forestali e dei veterinari dell’Asrem per scongiurare possibili rischi per i cittadini.
Oltre ai danni alle colture, in molti casi rilevanti, i cinghiali hanno rappresentato un pericolo anche per l’incolumità pubblica, sia per le aggressioni ai danni dell’uomo sia per gli incidenti automobilistici provocati dall’attraversamento degli ungulati.
Da qui la richiesta di intervento per evitare una nuova possibile emergenza. Naturalmente si teme per i danni che i cinghiali possono provocare alle colture, ma anche per il rischio che possono rappresentare per cittadini e automobilisti.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*