Finalmente non ci saranno più disagi per i cari estinti e per i parenti delle persone decedute e le cui salme vengono ricomposta nell’obitorio dell’ospedale San Timoteo di Termoli. A distanza di due mesi dall’ultima clamorosa protesta, a causa dei feretri messi alla meno peggio nei corridoi della sala mortuaria del nosocomio di viale San Francesco, sono stati completati i lavori di ristrutturazione e ampliamento dei locali adibiti proprio a obitorio. Nel corso di questa settimana cominceranno a essere utilizzate anche le nuove sale, come ha confermato telefonicamente il direttore sanitario Filippo Vitale. Con questo intervento strutturale, autorizzato e finanziato dall’Asrem, lo spazio per le bare e i defunti raddoppia, circostanza indispensabile anche per accogliere coloro che in precedenza venivano ospitati all’obitorio dell’ospedale Vietri di Larino. Niente più spazi angusti che fino ad ora vedevano solo tre stanze a disposizione degli utenti, insufficienti per la popolazione del Basso Molise e dell’hinterland. Già l’anno scorso gli operatori avevano presentato specifica richiesta al direttore sanitario dell’ospedale Filippo Vitale. Rispettata, anzi, più corta la tempistica prevista per i lavori svolti in economia dall’ufficio tecnico entro 60 giorni. Di stanze ce ne saranno almeno cinque.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*