Il 4 maggio a Cercemaggiore si è insediato il Consiglio comunale dei ragazzi istituito grazie alla collaborazione tra l’Amministrazione municipale e l’Istituto Comprensivo “Manzoni”. Dotandosi di un organo consultivo che dà voce agli adolescenti, i quali diventano protagonisti di proposte ed iniziative che li riguardano e che, compatibilmente con le risorse finanziarie del Municipio, possono 1. cercemaggiore consiglio dei ragazzi (3)essere recepite dall’Amministrazione comunale, Cercemaggiore si allinea così a molti altri comuni che hanno adottato questo istituto previsto dal Testo Unico sugli Enti Locali. Le elezioni del primo Consiglio junior si sono tenute il 27 febbraio scorso. Tre le liste in lizza: la prima “Progetto per il futuro”, la seconda “Un domani per Cercemaggiore” ed infine la terza “Crescere insieme”. Si è affermata con 42 voti la lista “Crescere insieme”, mentre “Progetto per il futuro”, con 23 voti, è giunta seconda. La lista “Un domani per Cercemaggiore” ha totalizzato 22 voti. Eletto sindaco Carmine Di Carlo: il primo cittadino dei ragazzi, che frequenta seconda media, resterà in carica per il biennio 2016/2017 e 2017/2018. I consiglieri invece sono Natalie Petraroia, Chiara Spina, Fabrizio D’Aversa, Maria Mastropietro, Loris Testa, Elena Stabile e Federico Felice. Folto il parterre alla cerimonia di insediamento: la sala consiliare gremita di genitori e docenti. Presente anche il dirigente scolastico.
Il sindaco dei ragazzi dopo aver giurato ha tenuto un breve discorso in cui ha illustrato le sue ‘linee programmatiche’: ha detto di voler stimolare i ragazzi a fare del volontariato, di volersi occupare della villa comunale e della biblioteca scolastica e di voler organizzare eventi al di fuori dell’orario scolastico. Il tutto in collaborazione con il sindaco “senior” con il quale spera di instaurare una proficua collaborazione. Carmine Di Carlo ha ricevuto anche l’augurio e l’incoraggiamento del preside Luigi Confessore, che ha sottolineato come la collaborazione con la sindaca Vincenza Testa può viaggiare lungo una corsia privilegiata perché anche la prima cittadini proviene dal mondo della scuola.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*