Per raggiungere il ‘campo’ hanno dovuto seguire un percorso impervio, percorrendo diverse strade interpoderali. Ma alla fine, nascoste tra i roghi, hanno ritrovato le 52 piante di marijuana. L’operazione condotta martedì dagli uomini della Guardia di Finanza di Campobasso si è conclusa con l’arresto di un 45enne, accusato di produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti. L’uomo, nato in Lombardia ma da anni residente in Molise, aveva messo su una piantagione di canapa indiana del tipo “cannabis indica” in un terreno di Montagano: le piante ritrovate dalle Fiamme Gialle erano in ottime condizioni vegetative, con un’altezza media superiore al metro ed un peso complessivo di circa cinque chilogrammi.
Ma non finisce qui: nella casa dell’uomo nel piccolo comune alle porte di Campobasso, poco distante il terreno, i finanzieri hanno anche ritrovato ben 5500 semi di canapa, pronti evidentemente per essere piantati ed ampliare ‘l’orticello’, due bilancini di precisione e un apparecchio per la triturazione della marijuana.
Il 45enne dal pollice verde è stato preso dagli uomini della Finanza con le mani nel sacco, proprio mentre era intento a curare le piante nel suo orto.
Complessivamente nel corso del 2017 ingenti sono stati i risultati conseguiti dai militari del Comando Provinciale che hanno sottoposto a sequestro oltre 20 chili di stupefacenti, tratto in arresto 4 soggetti, mentre 32 sono state le denunce all’autorità giudiziaria.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*