Quotidiano d’informazione del Molise -- Con La stampa nelle province di Campobasso, Isernia e in alcuni centri dell’Abruzzo

Venerdì  18 Aprile 2014 Utenti connessi: 107

Agnone

Agnone

Aggregazione territoriale Alto-Medio Sannio, martedì 15 la presentazione del progetto

Sarà illustrato il protocollo d’intesa condiviso dai Comuni di Agnone, Trivento e Frosolone, per la programmazione dei fondi Ue e Expo 2015.

Agnone

Gli amministratori di Agnone, Frosolone e Trivento ne sono convinti: la strada per il futuro è l’aggregazione territoriale dei comuni dell’Alto e Medio Sannio. Su questa linea, dopo aver approvato nei rispettivi consigli comunali un protocollo d’intesa condiviso, martedì pomeriggio alle 17, gli amministratori chiamano a raccolta i sindaci di tutto il territorio organizzando un’assemblea aperta anche al pubblico. L’appuntamento, fissato nel centro polifunzionale di Trivento, servirà per illustrare i contenuti dell’accordo intercomunale, che ha l’ambizione di aggregare un’area omogenea per storia, cultura e orografia, afflitta da decenni dalle stesse problematiche, e di combatterne lo spopolamento e l’impoverimento complessivo. L’area in questione coinvolge 40 municipi (di cui 9 della provincia di Chieti, 12 di Campobasso e 19 di Isernia) per un totale di 38mila abitanti. I punti principali del protocollo d’intesa – proposto in un contesto in cui è in atto un ripensamento degli enti locali - sono: la programmazione di fondi dell’Unione europea, nell’ambito della quale i comuni intendono attirare le risorse specifiche destinate alle aree interne, proponendosi come promotori di un “progetto prototipo” unico in regione; il riassetto del governo del territorio, con l’esercizio associato di funzioni e servizi; e in preparazione dell’Expo 2015, presentare con un format unico il territorio alla manifestazione mondiale di Milano.

14/04/2014 di Adelina Zarlenga, autore ... Leggi

Agnone

Agnone piange Filippo, il parrucchiere 29enne morto sulla Fondovalle Verrino

Agnone piange Filippo, il parrucchiere 29enne morto sulla Fondovalle Verrino

I funerali lunedì alle 15.30 nella chiesa Maria Santissima di Costantinopoli

Agnone

Un attimo. Forse causa della distrazione. Sono molti però a sostenere che quel tratto di strada dove Filippo ha perso la vita “è una trappola mortale”.
Stamattina Agnone si è svegliata attonita, sgomenta, incredula. Difficile, impossibile accettare che un giovane di soli 29 anni, solare, sempre sorridente, infaticabile, già realizzato professionalmente nonostante l’età se ne sia andato così. In un attimo.
Filippo Ciccotosto, affermato parrucchiere con trascorsi eccellenti e un futuro pieno di aspettative, è morto sabato sera sulla Fondovalle Verrino, a pochi metri dal bivio per Poggio Sannita. La Smart su cui viaggiava in direzione Isernia si è schiantata contro un palo della segnaletica piantato giusto in mezzo alla carreggiata su un tratto di via interessato dai lavori di consolidamento di una frana. Colpito il palo, l’utilitaria è diventata un proiettile e ha cappottato più volte. La violenza delle ‘capriole’ ha scaraventato Filippo fuori dall’abitacolo. Quando sono arrivati i sanitari di Molise Emergenza il suo cuore batteva ancora. Folle la corsa a sirene spiegate verso l’ospedale di Isernia, ma durante il tragitto il 29enne ha ceduto al suo crudele destino. Destino beffardo che lascia un vuoto incolmabile e tanti, troppi interrogativi.
Il giovane parrucchiere era molto apprezzato e benvoluto non solo ad Agnone e nel Molise. Lo conoscevano a Roma dove pure aveva aperto un salone. Ad Altamura dove insegnava “taglio per donne”. A Sanremo dove pettinava cantanti e vip.
A 16 anni già lavorava con la madre, anche lei acconciatrice. Poi il salto di qualità, l’apertura di un ‘locale’ tutto suo, l’arrivo nella Capitale. E, ancora, ambizione e progetti. Tutti distrutti in un attimo. Quell’attimo infame che se l’è portato via.
Alle 15.30 di lunedì 17 marzo i funerali nella chiesa Maria Santissima di Costantinopoli. L’ultimo viaggio di Filippo alle 14.30 dall’obitorio dell’ospedale di Isernia dov’è stata ricomposta la salma.

 

16/03/2014 di Luca Colella, autore ... Leggi

Agnone
Aggredisce due anziani, arrestata una 26enne di Poggio Sannita

Aggredisce due anziani, arrestata una 26enne di Poggio Sannita

Ha narcotizzato la coppia e ha colpito l'uomo con una tubo metallico

Agnone

E' finita in manette una 26enne di Poggio Sannita accusata di rapina. La donna, infatti, si è introdotta questa mattina all’alba all’interno dell’abitazione di una coppia di anziani, anch’essi di Poggio Sannita, e - con volto coperto - ha stordito i due vecchietti con una bomboletta spray narcotizzante e ha poi colpito con un tubo di ferro il proprietario 81enne. Subito dopo ha iniziato a rovistare all’interno dell’abitazione per impossessarsi del denaro e di oggetti di valore presenti nell’appartamento, ma non si è accorta che il proprietario seppur ferito alla testa era riuscito ad allertare il 112. Così è tempestivamente intervenuto un equipaggio del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Agnone che ha bloccato la giovane malvivente. Una volta smascherata, ecco l’amara e incredibile sorpresa, la giovane era la moglie del nipote dei due anziani, che aveva organizzato e quasi portato a compimento “il colpo” mandato poi a monte grazie al provvidenziale intervento dei militari. Nella circostanza sono finiti sotto sequestro una bomboletta spray narcotizzante, un tubo metallico, un paio di guanti, una sciarpa, una fascia copri orecchie e altri oggetti utilizzati. La 26enne è stata successivamente trasferita presso la casa circondariale femminile di Chieti, mentre l’81enne ferito è stato soccorso dai medici del 118 intervenuti sul posto, i quali lo hanno giudicato guaribile con una prognosi di pochi giorni.

10/02/2014 di Teresa Monaco, autore ... Leggi

Agnone

La 'Ndocciata incanta Agnone

La 'Ndocciata incanta Agnone

Il fiume di fuoco emoziona e stupisce. Il 19enne Mario ha portato da solo 20 ‘‘‘‘‘‘‘‘ndocce di 140 kg. Si pensa alla candidatura Unesco

Agnone

Quindicimila le presenze annunciate per la festa più grande e sentita di Agnone. Non abbiamo potuto contarle con precisione, ma abbiamo la certezza che il rito del fuoco che ieri pomeriggio ha incantato la cittadina alto molisana è stato motivo di richiamo di migliaia e migliaia di turisti e visitatori, giunti in Alto Molise per il weekend dell’Immacolata.

Prima i figuranti vestiti dagli abiti del mondo contadino, tra l’asino Giusy e la mucca “Quagliarella”, un cavallo dal colore scuro, poi gli uomini agghindati di cappe e cappelli neri, con le ‘ndocce singole e doppie, che si sono poi moltiplicate nello scorrere della sfilata in quattro, otto, dieci, fino a comporre affascinanti ventagli sfavillanti fatti di 16 torce infuocate. Ma la rivelazione di questa edizione, una delle più belle degli ultimi anni dove tutto il meccanismo organizzativo ha funzionato alla perfezione, è il giovane 19enne Mario di contrada Sant’Onofrio che ha voluto sfidare se stesso portando da solo sulle spalle ben 140 kg, un ventaglio gigante di 20 ‘ndocce, un record. L’anno scorso il massimo è stato di 18 fiaccole.
La gente curiosa e stupita ai bordi del percorso segnato da transenne di sicurezza giunta da tutta Italia – l’edizione straordinaria della ‘Ndocciata è ormai un evento conosciuto dappertutto - si è scatenata nello scattare fotografie, per catturare le espressioni più significative dei portatori, cogliere le immagini di quella miriade di scintille luminose che hanno colorato di rosso la serata agnonese. E poi tra i protagonisti tantissimi bambini divertiti di tutte le età, vestiti anche loro con le cappe della tradizione. Il tempo “mite” per l’inverno ad alta quota ha senza dubbio benedetto questa ‘Ndocciata, apprezzata da tutti i partecipanti, dal pubblico che ha incitato i portatori più audaci a girare in piroette e danze improvvisate, stupito, tra applausi ed espressioni di meraviglia.
“Un successo notevolissimo – ha detto il presidente della Pro Loco Giuseppe Marinelli – la ‘Ndocciata ci regala sempre grandi emozioni. Siamo tutti molto soddisfatti, i capi gruppo sono felicissimi. Tanti gli apprezzamenti ricevuti. Adesso abbiamo intenzione di candidare la manifestazione come patrimonio immateriale dell’Unesco. Invieremo la nostra candidatura. Abbiamo parlato anche con il sindaco di Viterbo che ha da poco ricevuto il riconoscimento per la tradizione di Santa Rosa”.

 

09/12/2013 di Adelina Zarlenga, autore ... Leggi

Agnone

Frana ad Agnone, evacuate le case

Enorme il fronte dello smottamento, paura in contrada Zarlenga

Agnone

Un nuova frana mette in apprensione Agnone. Uno smottamento dal fronte enorme ha travolto contrada Zarlenga obbligando il sindaco Carosella ad evacuare alcuni abitazioni. Tre sono le strutture che rischiano di esser travolte e distrutte dallo smottamento, mentre un fabbricato di cemento utilizzato come garage è già stato portato a valle dalla valanga di terra e fango insieme ad un pollaio. Sul posto in mattinata sono arrivati i Vigili del Fuoco, gli uomini della Protezione Civile, della Polizia municipale, l’assessore Daniele Saia, il sindaco Michele Carosella, il personale dell’ufficio tecnico del municipio agnonese. Dopo aver verificato l’entità del danno e aver dato disposizione di perimetrare la vasta area interessata dalla frana, nel primo pomeriggio a seguito di un briefing tra il comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Isernia, il sindaco Carosella e il responsabile dell’ufficio tecnico Nicola Cerimele sono state emesse due ordinanze di sgombero per 3 abitazioni.

Lo smottamento, comunque, viene tenuto sotto stretto controllo per evitare che provochi ulteriori danni.

Maggiori approfondimenti nell'edizione di domani di Primo Piano Molise.

02/12/2013 di Teresa Monaco, autore ... Leggi

Agnone

Agnone, presentato il Parco archeologico dell'Alto Sannio

Fanno parte del progetto l'ArgheoClub di Schiavi e l'associazione Osca di Agnone

Agnone

Recuperare l’identità storica del territorio dell’Alto Sannio che abbraccia Molise e Abruzzo anche attraverso un’organizzazione turistica, culturale e sostenibile: è la finalità del progetto del “Parco archeologico territoriale dell’Alto Sannio” presentato stamani ad Agnone.
Ne fanno parte le associazioni ArcheoClub di Schiavi d’Abruzzo e l’associazione culturale “Osca” di Agnone. Archeologia, territorio e vision del progetto il tema della prima parte della giornata di incontri presieduta dall’europarlamentare Aldo Patriciello, cui ha fatto seguito quella relativa al partenariato, le opportunità e la via europea per l’implementazione del progetto.

 

29/11/2013 di Luca Colella, autore ... Leggi

Agnone
Spaccio di stupefacenti, 27enne in manette

Spaccio di stupefacenti, 27enne in manette

L'operazione è stata condotta dai Carabinieri di Agnone. Sequestrati 70 grammi di hashish divisi in due panetti

Agnone

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Agnone hanno arrestato in flagranza di reato un 27enne del luogo per “Detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti”. Il giovane è stato sorpreso alla guida della sua autovettura nel centro abitato, e alla vista dei militari ha mostrato subito evidenti segni di nervosismo. Si è proceduto così ad una perquisizione personale e veicolare, nel corso della quale sono stati rinvenuti occultati all’interno dell’abitacolo due panetti di hashish per un peso complessivo di oltre 70 grammi, un bilancino elettronico di precisione, un coltello ed altro materiale utilizzato per la preparazione e la confezione delle dosi. La droga e quant’altro rinvenuto sono finiti sotto sequestro insieme all’autovettura sprovvista tra l’altro di copertura assicurativa. Il 27enne è stato successivamente trasferito presso la Casa Circondariale di Isernia dove ora si trova a disposizione della competente Autorità Giudiziaria. I controlli antidroga sono stati estesi questa mattina anche all’esterno di istituti scolastici di Isernia ed altre zone maggiormente frequentate dai giovani, anche con l’impiego di personale in borghese a bordo di auto “civetta”, proprio con il preciso obiettivo di prevenire ed eventualmente reprimere il fenomeno dell’uso e dello spaccio di sostanze stupefacenti. Con quest’ultimo arresto, sale a dieci il numero delle persone finite in manette nell’ultimo mese nel corso di una serie di attività condotte dai Reparti dell’Arma del Comando Provinciale di Isernia, per reati che vanno dal furto alla detenzione illegale di armi, dall’evasione ai reati contro la persona, il patrimonio ed in materia di stupefacenti.

10/10/2013 di Nicola de Santis, autore ... Leggi

Fano Tv sport
Serie D, Esposito ok per il derby

Serie D, Esposito ok per il derby

L'ex giallorosso in campo con l'Agnone contro il Termoli

Turno di riposo per l'Isernia che passerà all'incasso dei tre punti contro il Bojano

Bojano, domani potrebbe esserci la retrocessione

Bojano, domani potrebbe esserci la retrocessione

Situazione convulsa a Isernia: Favellato e Petrarca 'scaricano' Petrangelo

In serie D si gioca la 27^ giornata. Impegni importanti anche per Agnone e Termoli 

Tirreno Adriatico, Appollonio sesto

Tirreno Adriatico, Appollonio sesto

Sul traguardo della seconda tappa a Cascina

Nella terza frazione altra occasione di sprint ad Arezzo