Arredi scolastici: dalla giunta regionale pioggia di soldi per 41 autonomie scolastiche del Molise. In tutto stanziati 1.427.975,00 euro per ben 86 plessi, piccoli e grandi, distribuiti su tutto il territorio molisano. Le scuole hanno risposto ad un avviso pubblico per manifestazione d’interesse rivolto alle scuole secondarie di primo grado e al biennio delle scuole superiori. I dirigenti scolastici, nelle loro istanze, hanno dovuto evidenziare, in particolare: l’esigenza di arredo di spazi propedeutici allo svolgimento dell’attività didattica degli alunni con disabilità; la descrizione degli arredi necessari ad arredare le aule e il numero di aule attive; lo stato degli immobili; il rapporto fra numero di alunni e aula attiva riferito a ogni plesso scolastico di ciascuna Autonomia scolastica, relativo all’anno in corso e, infine, lo stato di usura e/o di inadeguatezza dell’arredamento scolastico. Le risorse sono del FSC 2007-2013 e rientrano nel piano di azione per l’ambito tematico “Istruzione”, Azione 3. Il direttore del Servizio Sistema Integrato dell’Istruzione e della Formazione professionale della Regione Molise Claudio Iocca, con determina n.891 dello scorso 14 marzo, ha approvato «le risultanze delle valutazioni delle singole manifestazioni di interesse, riferite al piano di azione “Arredi Scolastici”, presentate dalle Istituzioni scolastiche in risposta all’Avviso pubblico approvato dalla giunta regionale del Molise con atto numero 466 del 13 dicembre 2017». L’unica istanza a non essere accolta è stata quella del Cpia di Campobasso in quanto «non rispondente alla tipologia d’intervento previsto dall’Avviso perché i Cpia sono Istituzioni scolastiche che si rivolgono agli adulti e non realizzano la formazione di studenti in obbligo scolastico»: questa la motivazione dell’esclusione che si legge nella determina regionale. Importante le risorse messe a disposizione per le aule rivolte agli studenti con disabilità. Infatti, prioritariamente, le risorse liberate dalla regione devono essere finalizzate ad arredare gli spazi didattici per gli studenti diversamente abili nel «limite massimo finanziabile per aula, pari a 5 mila euro». Per la provincia di Campobasso a fare la parte da leone l’Istituto O. Bernacchia-M. Brigida che porta a casa oltre 135 mila euro. Il Pertini di Campobasso, con tutti i suoi plessi, si è visto assegnare per gli arredi scolastici quasi 73 mila e 500 euro. Il M. Pagano con tutti i suoi plessi, compreso lo scientifico di Riccia, si è visto assegnare fondi pari a quasi 60 mila euro. L’istituto Colozza quasi 59 mila euro, la Petrone oltre 46 mila euro. E così tutti gli altri istituti di Campobasso centro dei centri della provincia, con somme corrispondenti al fabbisogno richiesto. In tutto, per la provincia di Campobasso, per l’ammodernamento delle scuole, i fondi stanziati e immediatamente spendibili, sfiorano il milione di euro.
Marco Fusco

Un Commento

  1. pietro maddalena scrive:

    ci vorrebbero anche spazi per donne in gravidanza se non ci sono, ed abbolire spazi riservati ai consiglieri regionali! con la loro paga alle stelle possono permertersi di pagarlo.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*