EUROPEA 92 ISERNIA 3
PRIMELUCI GEOLIVE CASTELVETRANO 0
(25/20, 25/22, 25/22)
ISERNIA: Baruffi 5, Morone 15, Murri 16, Ginanneschi 4, Monitillo 8, La Rocca 6, Boffa (L); Miceli 4. Ne: Angone, Bernava e Mercieca. All.: Montemurro.
CASTELVETRANO: Alikaj 10, Isoldi 5, Patti 7, Agola 4, Vincenti 12, Pesce 1, Luraghi (L); Vittorio (2L). Ne: Ferrieri. All.: Calcaterra.
ARBITRI: Pasciari e Varriale (Napoli).
NOTE: durata set 25’, 28’, 28’. Isernia: battute vincenti 11, battute sbagliate 12, muri 8. Castelvetrano: bv 2, bs 5, m 8.

LA FOTOGALLERY CON GLI SCATTI DI NANDO RUSSO

LA CRONACA DEL MATCH

Fattore M. Inteso come Barbara Murri (la centrale, top scorer di giornata con sedici punti), Manuela Morone e Palma Monitillo (le due laterali) e Martina Miceli (la specialista al servizio in un match in cui le molisane mettono a segno ben undici ace). Sono loro che ispirano l’ottavo successo stagionale (in undici partite) dell’Europea 92 Isernia che si conferma implacabile al PalaFraraccio (cinque exploit in altrettante gare) e sale in terza posizione in classifica.

Grazie alla centrale Murri ed alla laterale Monitillo Isernia parte subito forte andando sul 6-2 con le siciliane che dimostrano di avere qualche problema in seconda linea. Le ospiti però provano a rifarsi sotto, ma le pentre arrivano sino all’8-6 e fuggono fino al 13-9. Il turno a servizio ospite della Isoldi riporta sotto le trapanesi che, pur trovandosi sotto anche al secondo time-out tecnico, ritrovano la parità a 17. Il muro di La Rocca ed il successivo turno al servizio di Monitillo scavano nuovamente un solco che le ospiti con l’albanese Alikaj riescono a suturare. Il secondo tocco di Baruffi, il turno al servizio di Miceli (due ace) ed alcuni errori ospiti dopo il ventesimo punto aprono quello scarto che regala il parziale alle europee con il punteggio di 25-20.

Il secondo set si apre all’insegna di Barbara Murri che mette a segno i primi tre punti del parziale. Castelvetrano si riporta sotto, ma le europee fuggono nuovamente anche se non riescono a creare il break decisivo, anche se il muro di La Rocca vale il +3 (8-5) al primo tempo tecnico. Le pentre non rieacono però a dare l’accelerata decisiva perché sbattono contro il muro delle siciliane, così a provare – coi propri cori – a dare manforte alle europee è il pubblico degli aficionados della Fossa. Un altro errore ospite vale l’11-8, ma le pentre continuano ad avere troppe incertezze. Murri, però, in prima linea è una certezza (12-10) ed è anche determinate dopo una lunga fase concitata (14-11). Proprio questo punto consente alle europee di accelerare il ritmo con Murri che porta le squadre al secondo tempo tecnico (16-12). Castelvetrano però non si arrende e con l’ace di Patti arriva sino al -2 (17-15), rientrando poi sino al 18 pari e sorpassando sul 18-19, tanto da costringere il tecnico delle europee Montemurro ad un time-out. Monitillo riporta il confronto in parità. Ancora una volta ai venti punti si arriva in perfetta parità. Morone prima sbaglia, poi riesce a rifarsi ed il turno al servizio di Miceli – così come nel primo set – apre quel break che risulta decisivo alla resa dei conti con l’ace di Baruffi (25-22) che vale il 2-0.

Anche l’avvio del terzo – e decisivo – parziale sorride alle europee avanti subito 2-0. Le pentre riescono a conservare il break sino al 5-3, perché con un controparziale di 3-0 il Castelvetrano va sino al 6-5, ma il muro di La Rocca rimette i conti in parità con il colpo di Morone da quattro che vale (8-7) l’accesso al primo time-out tecnico. Il nuovo tentativo di fuga delle europee viene pareggiato ad undici da Alikaj. Ma è Emanuela Morone a far fuggire nuovamente le pentre che acquistano ulteriori sicurezze con l’ace di Baruffi (14-11). Il secondo tempo tecnico è all’insegna del +5 (16-11), poi quella che pare essere solo attesa dell’ultimo punto di contesa dopo la bella combinazione al centro messa a terra da Ginanneschi si trasforma in un piccolo momento di tensione quando le ospiti arrivano sino al meno uno (18-17) con Montemurro che si rifugia prontamente nel time-out. Il rientro è efficace ed il turno al servizio di Martina Miceli ispira il break che le molisane difendono sino alla fine mettendolo in cassaforte con il primo tempo di Murri e l’ace di Morone che chiude i conti (25-22).

Per le europee ora il prossimo appuntamento sarà a livello infrasettimanale mercoledì 18 gennaio alle ore 20.30 in casa del Casal de’ Pazzi Roma.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*