Un nuovo studio nazionale sulla sclerosi multipla, al quale ha collaborato anche il dipartimento di neurologia del Neuromed, ha permesso di scoprire il canale di trasporto che blocca l’infiammazione, aprendo così la strada a nuovi approcci e a nuove terapie in contrasto alla malattia. La ricerca, guidata dall’università Federico II di Napoli, con l’aiuto dell’Irccs Multimedica di Milano, del Consiglio nazionale delle ricerche di Napoli e, appunto, del Neuromed di Pozzilli, ha messo in luce un elemento cruciale per la vita e la funzionalità dei linfociti T regolatori.

L’articolo completo è disponibile sull’edizione di Primo Piano Molise oggi in edicola.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.