Sarà l’autopsia, fissata per lunedì, a fare chiarezza sulle cause della morte di Giuseppe Coppola, l’autotrasportatore 42enne di Nocera Inferiore rimasto vittima mercoledì dello spaventoso incidente sulla statale 17, tra Guardiaregia e Campochiaro. Oggi il sostituto Giuliano Schioppi nominerà il medico legale che svolgerà l’esame sul corpo dell’uomo, estratto carbonizzato dall’abitacolo del Tir precipitato nella scarpata. Solo ieri si sono concluse le operazioni dei vigili del fuoco e per la rimozione del mezzo pesante, ribaltato in fondo ad una scarpata difficile da raggiungere.
Ancora tutte da chiarire le cause dell’incidente. L’autoarticolato stava percorrendo al statale 17, ma stando ad una prima ricostruzione, la destinazione fissata era Termoli. Dunque si trovava sulla strada sbagliata. Intorno alle 14 la tragedia: il Tir ha invaso la corsia opposta, ha sfondato il guardrail precipitando nella scarpata. Nell’impatto ha preso fuoco e le fiamme hanno divorato l’abitacolo non lasciando scampo al 42enne. Sull’asfalto, però, non ci sono segni di frenata. Un malore o un colpo di sonno le ipotesi più verosimili al vaglio dei carabinieri di Bojano a cui spetterà ricostruire l’esatta dinamica del sinistro.
il traffico è rimasto bloccato per quasi tutto il pomeriggio in ambedue le direzioni di marcia. E questa mattina, quindi, sono iniziate le operazioni di rimozione del tir.

Un Commento

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.