Quattordici milioni per favorire gli investimenti e accompagnare le aziende nei processi di riorganizzazione ristrutturazione.
È la dotazione finanziaria del bando che chiunque è interessato potrà trovare sul Bollettino ufficiale della Regione di oggi, 2 ottobre 2017, e di cui hanno dato notizia il governatore Paolo Frattura e l’assessore allo Sviluppo economico Carlo Veneziale.
«Una misura con cui vogliamo incentivare la nascita di nuove aziende e aiutare la crescita di quelle esistenti, puntando a migliorare la produttività e la competitività delle imprese – spiegano – per rilanciare e sviluppare il tessuto economico della nostra regione. Una dotazione finanziaria importante che riserva un’attenzione particolare ai comuni ricadenti nell’area di crisi, a cui è assegnata una riserva finanziaria di dieci milioni di euro».
Nel dettaglio, la disponibilità della misura 3.1.1 è di 14 milioni di euro, i fondi sono a valere sul Por Fesr Fse Molise 2014-2020, e prevede una riserva di 10 milioni di euro per le imprese localizzate nel territorio dell’area di crisi complessa “Venafro-Campochiaro-Bojano”, di cui 3 milioni di euro a destinati a favorire la nascita di “nuove imprese”. I restanti 4 milioni di euro, per i comuni fuori dall’area di crisi, prevedono una riserva di 1 milione di euro per le “nuove imprese”.
«Ancora una volta investiamo nelle aziende, convinti che il ruolo della politica sia quello di fornire strumenti validi e certi agli imprenditori e a chi, realizzando i propri progetti, imprenditore vuole diventare».
«Credere nello sviluppo del Molise – concludono Frattura e Veneziale – vuol dire sostenere chi contribuisce alla crescita del Molise, chi ha voglia di innovare e di mettere in campo idee innovative nella nostra regione. Solo così potremo costruire un’opportunità concreta per tutti, lavorando per la competitività e l’attrattività del territorio». Il bando è destinato a piccole e medie imprese e liberi professionisti, nonché ai soggetti che intendano costituire una nuova impresa o avviare una nuova attività come libero professionista nel territorio molisano.
Stamane, inoltre, a Isernia l’incontro con Invitalia per presentare le potenzialità dell’avviso per le agevolazioni della legge 181 (sempre per l’area di crisi). «Dopo tanti sacrifici per la nostra regione – commenta Frattura – mi auguro sia giunto davvero il momento della ripartenza».

Un Commento

  1. Domenico scrive:

    Buondi
    Chi potrà usufruire dei contributi?
    Questo articolo è poco chiaro.
    Grazie

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*