Ha preso il via “Scuolab”, progetto rivolto alle secondarie di primo e secondo grado e agli Its del Molise. Approvata con delibera di giunta a dicembre, l’iniziativa ha subito un ritardo per il lockdown ma ora attende gli istituti ai nastri di partenza.
Si tratta di un’associazione tra scuola e laboratorio con l’obiettivo di creare un link tra la scuola, gli studenti, il mondo del lavoro e la società civile. In sostanza laboratori extracurriculari, finanziati dalla Regione Molise, che saranno attivati dalle scuole molisane per valorizzare il patrimonio culturale e territoriale, naturalmente nel rispetto delle specificità dei diversi percorsi formativi tipici di ogni indirizzo scolastico. Per esempio: laboratori creativi, di lettura, musicali, tecnologici e digitali ma anche laboratori di arti e mestieri, enogastronomici, di ecologia o di benessere psico- fisico o anche laboratori di lingue.
L’iniziativa consente a tutti gli istituti di presentare il proprio progetto, che sarà finanziato per un importo massimo di 20.000 euro. È previsto un punteggio aggiuntivo per gli istituti che coinvolgeranno fattivamente studenti con disabilità certificata nel progetto. Questo perché, mette in evidenza l’assessore regionale all’Istruzione Roberto Di Baggio, «ogni studente deve avere la possibilità di esprimersi ed esprimere le proprie capacità e la propria intelligenza, così da fortificare le certezze dei ragazzi, specialmente i più deboli».
Ogni progetto dovrà chiudersi con un prodotto realizzato da presentare nell’evento finale che si terrà entro il 30 novembre 2021. Evento, prosegue Di Baggio, che «sarà un’occasione per ricordare a noi stessi che il Molise non solo esiste, ma è un vivaio di opportunità per i nostri giovani e per il futuro di questa regione».
Sul sito della Regione Molise è pubblicato l’Avviso pubblico la scadenza ultima per presentare i progetti è fissata al 31 ottobre 2020, con invio in forma telematica all’indirizzo pec [email protected] con indicazione esplicita nell’oggetto della dicitura “Scuolab- azione “Ampliamento dell’Offerta Scolastica/Formativa”. La dotazione a disposizione per attivare laboratori didattici è di 1,5 milioni.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.